Ema e Gastón: lei è una ballerina, lui il suo coreografo. Insieme adottano il piccolo Polo ma l’adozione si rivela più complicata del previsto e, incapaci di gestire i suoi traumi, lo rimettono ai servizi sociali. Questo evento li fa crollare in un turbinio di rimorsi e accuse: Ema vuole il divorzio e si rivolge all’avvocato che ha accolto Polo dopo il loro fallimento. La donna, ignara delle reali intenzioni di Ema, se ne innamora come il marito, un pompiere avvenente sedotto dopo l’incendio doloso della propria auto. Perché Ema ha un piano e niente può fermarla.