@home


ilCinemino@home
è un altro modo di fare Cinemino. Un canale virtuale dove proponiamo film, corti, contenuti esclusivi, interviste e backstage per ampliare la nostra offerta e arricchirla con tutto quello che ci piace.
Alcuni contenuti saranno a pagamento, altri gratuiti, accessibili a tutti e facili da vedere.
Un modo in più per stare vicini

Servono tante voci per raccontare una vita come quella di Gabriel Garcia Marquez. Le voci dei suoi connazionali, incrinate dall’orgoglio e dall’entusiasmo. Le voci dei potenti del mondo, dei suoi colleghi, dei letterati. Le voci di chi si è specchiato nella sua fantasia traendone il coraggio, e la fierezza, di andare avanti. E accanto a quelle voci il suo volto, il suo sorriso, la sua gentilezza, la sua semplicità, l’essere “con la gente, tra la gente”. Gabo è un film che appassiona e commuove. Che scava nel profondo dell’impegno civile di un uomo che ha fatto della coerenza il muro portante della sua esistenza, dal giornalismo alla letteratura, senza mai prescindere dall’aspetto umano. Che racconta senza filtri lo scrittore capace di disegnare personaggi talmente reali da farli sembrare esistiti da sempre. Un uomo che ha saputo, ancora in vita, diventare leggenda.

“Un film sul potere incredibile della fantasia che segue i sentieri intrecciati della vita e del lavoro di Garcia Marquez” Hoyesarte

“Non solo un viaggio attraverso la vita di Gabo, ma anche la rappresentazione contemporanea della Colombia” Dixon Moy

Sinossi:
Quanto dista la Colombia dal resto del mondo? Pochi passi, grazie alle righe scritte dall’uomo che più d’ogni altro ha preso per mano l’intero Sudamerica e l’ha portato a raccogliere ovunque applausi e ammirazione. Lo chiamavano tutti Gabo, come un amico, come un fratello. Perché Gabriel Garcia Marquez sapeva entrare nel cuore dei suoi lettori, con la sua sensibilità, con la sua coerenza, con il suo impegno professionale e politico, dal giornalismo militante all’amicizia con leader politici come Fidel Castro e Bill Clinton. Uno dei maggiori scrittori del Novecento, premio Nobel per la letteratura nell’82, autore di capolavori assoluti come Cent’anni di solitudine e Cronaca di una morte annunciata. Una vita toccata dalla grazia, dall’avventura, da un incredibile talento. E dall’affetto dei milioni di persone che hanno avuto la fortuna di sfiorarlo, anche solo attraverso le pagine di un libro.

SELEZIONE UFFICIALE
Festival de Cine de Lima, AFI, Austin Film Society, The Arlington International Film Festival, Docs D

A cura di Alberto Bozzoli, Raoul Simoni e Graziano Palamara

In collaborazione con Cineama

 

CINQUE TEQUILA di Jack Zagha Kababie, Messico, 2014
Altro nuovo arrivo su Cinemino@home (grazie a Cineama). Questa volta vi faremo sorridere, commuovere e sognare con una deliziosa commedia on the road, attraverso il Messico, sull’importanza dell’amicizia nella vita…a qualunque età. 👴🏻👴🏼👴🏽🙃
Un film passato quasi inosservato nei cinema ma che siamo sicuri vi farà piacere “scoprire”🥰
 
Viene presentato con successo di critica e pubblico in diversi Festival Internazionali (San Paolo, Palm Spring Dubai, Abu Dhabi, Cairo Film Festival)
❗️“Un’opera sentita che non si dimentica facilmente!“ Cinegarage
❗️“Un film che lascia addosso la voglia di tornare al cinema” Hoy
 
Di cosa parla il film…
C’è ancora vita dopo gli ottanta! Tre amici ottuagenari si vedono costretti ad intraprendere un viaggio on the road per mantenere la promessa fatta ad un caro amico morente. Nonostante i limiti dell’età ed i rimproveri della loro famiglia vivranno una serie di avventure comiche e talvolta struggenti che ridaranno uno scopo alle loro esistenze.
 
🎞“UN MESSICO FINALMENTE NON FOLCLORISTICO IN UN ROAD MOVIE SULLA SCOPERTA DELLA SOLIDARIETÀ E DELLE PROPRIE DEBOLEZZE.” Giancarlo Zappoli, MYmovies.it
https://www.mymovies.it/film/2014/cinquetequila/
 
Continuate il viaggio, in Messico assieme ai nostri 3 “arzilli vecchietti”, in streaming sul nostro canale HOME: https://www.ilcinemino.it/at-home/
A cura di Alberto Bozzoli e Raoul Simoni e Graziano Palamara

Un piccolo capolavoro, quasi “invisibile”, da recuperare assolutamente❤️

🏆Vince il prestigioso Globo di Cristallo al Festival di Karlovy Vary
🏵Entra nella Short List Nomination Oscar MIGLIOR FILM STRANIERO
🏵Presentato al Trieste Film Festival
 
Incanta la stampa di tutto il mondo:
❗️“Una contemplazione poetica sull’umanità.” Twitchfilm”
❗️“Il regista georgiano tesse una potente fiaba di vita e di morte con ingredienti semplici, quasi senza parole.” The Hollywood Reporter”
❗️“Il film di Ovashvili riesce ad essere sorprendentemente coerente e omogeneo, ogni suo aspetto è sotto il suo controllo.” Screendaily
❗️“Un film ruvido e duro, pieno di spigoli, come le vite dei protagonisti persi su un’isola effimera.” La Terre éphémére
 
Questa la storia…
Inguri è un fiume che segna il confine naturale tra Georgia e la Repubblica di Abkhazia. I secessionisti hanno reclamato questa porzione di paese, e cacciato brutalmente tutti i georgiani che vi abitavano. In questo territorio di lotta e di frontiera avviene in primavera un fenomeno molto singolare: lo scioglimento dei ghiacci crea tutta una serie di isole itineranti, che esistono oppure no a seconda dell’andamento delle stagioni. Un vecchio e sua nipote si istallano in una baracca di legno in questa terra di nessuno: l’arrivo di un ribelle ferito sconvolgerà ancora di più il fragile equilibrio in cui vivono…
 
Continuate il viaggio, questa volta in Georgia, in streaming sul nostro canale HOME: https://www.ilcinemino.it/at-home/
A cura di Alberto Bozzoli e Raoul Simoni e Graziano Palamara

In collaborazione con Cineama

 

CINEMA CONFIDENTIAL È IL PODCAST DEL CINEMINO  che si infila tra i film e la vita per raccontarvi quel genere di storie che fanno dire “Ma dai, non lo sapevo?”Brevi racconti in cui la cronaca e il cinema si sfiorano per svelare dettagli e curiosità su star, retroscena, luci e ombre dello scintillante mondo dello showbusiness.Tra segreti, colpi di scena, passioni proibite e misteri irrisolti, le puntate vogliono essere resoconti confidenziali di un dietro le quinte a volte più intrigante di ciò che, alla fine, finirà sotto i riflettori

 

Da un’idea di Andrea Diego Bernardini.
Direzione creativa: Simona Angioni.
Autori: Agata DeLaurentiis, Andrea Diego Bernardini.
Voci: Simona Angioni, Marco Turco.
Graphic designer: Carlotta Inferrera.
Musiche: Gianluca Mancini.
Per il Cinemino: Agata De Laurentiis e Graziano Palamara.
Regia: Jido Casals e Germano Palomba.